Blog

Curiosità, notizie locali, informazioni e suggerimenti su Favignana.




Favignana: liberata nel suo mare Hydra.

Le Isole Egadi, conosciuta per il suo mare cristallino non si risparmia nel mantenerlo pulito e proteggerlo affinché le sue specie, sia animali che vegetali possano stare al meglio nel loro habitat. Il suo supporto è essenziale e gli isolani che rispettano il loro mare, si impegnano per curarlo nel migliore dei modi. Per l'appunto, lo scorso 13 agosto è stata segnalata e recuperata una tartaruga della specie Caretta caretta, da una famiglia di diportisti nel tratto tra le isole Favignana e Marettimo. Presentava un amo da palangaro di fondo sull'esofago e una grave costrizione alla pinna posteriore destra dovuta ad una grande quantità di plastica attorcigliata, appunto, alla lenza. Un evento tragico che il Centro di Primo Soccorso dell'AMP per tartarughe marine, ha trasformato in una missione di urgente soccorso. Sono intervenuti, appunto, effettuando la rimozione dell'amo e sottoponendo Hydra all'amputazione dell'arto, purtroppo compromesso dalla plastica, ma dopo poco tempo di riabilitazione, nonostante la pinna amputata, si è ripresa nel migliore dei modi grazie alle cure attente del Pronto Soccorso "Isole Egadi" di Favignana. Prima di liberarla in mare, i soccorsi si sono assicurati che non avesse problemi. Ormai, i soccorsi dell'AMP di Favignana, sono diventati per i nostri mari, un punto di riferimento per la provincia di Trapani con il sostegno e la collaborazione di tutte le istituzioni tanto che adesso sta per diventare un vero e proprio Centro di Recupero attraverso il contributo del progetto LIFE+12 Tartalife di cui proprio l'AMP di Favignana è protagonista.

Favignana per la vita, sempre.

Proteggiamo e curiamo il nostro ambiente ed i nostri mari. Diciamo "NO" ad un mare inquinato.

Together is better. 

(Le immagini appartengono ai rispettivi proprietari).

 


Guarda il video allegato:


Social

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Articoli correlati

Guarda altri articoli riguardanti Notizie locali


0 commenti

Commenta l'articolo